12Dicembre

L'abito fatto col vino

Siete stanche degli abiti realizzati con i soliti tessuti, e ne vorreste uno diverso o hi-tech? Basta avere un po’ di pazienza: da ora in poi un buon bicchiere di vino basterà per creare un abito. Un gruppo di ricercatori australiani della Western University ha creato la moda ‘fermentata” chiamata Micro’be’. Un abito hi-tech realizzato con il vino.

Certo il vino buono non viene “sprecato”, ma ogni tipo di vino o birra è perfetto per questo tipo di processo. I colori disponibili? Rosso se si usa il vino rosso, traslucido se si usa il vino bianco o la birra.

Grazie alla biotecnologia, i batteri fermentano l’alcol in una serie di fibrille microbiche che galleggiano appena sopra la superficie. Una volta estratte, vengono modellate in indumenti sul corpo della persona come per creare una seconda pelle.

Al posto delle macchine per tessere, sono i microrganismi viventi a “cucire” il vestito di un tessuto simile al cotone che nasce senza pisogno di un solo punto. Certo siamo ancora sulla strada della sperimentazione, e l’aspetto per ora fa un po’ impressione... sembra viscido e appiccicaticcio! ma attendiamo di toccare con mano per renderci conto di cosa si tratta.

Mi sorge un dubbio: una volta indossato potremmo ubriacarci?

Mercoledì, 12 Dicembre 2012, News 2012, Tessuti hi tech,

Segnala questa enoteca aggiungendo il link su...

Commenti (0)

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare un commento. Non sei ancora registrato?
Registrati ad enotecheitaliane.it o usa il tuo account Facebook o Twitter per lasciare un commento sull'enoteca.