News sul Mondo vino e non solo...

Se ti piacciono le nostre news rimani sempre aggiornato iscrivendoti alla nostra newsletter !!!

19Marzo

F1 ed il tradizionale brindisi con champagne

wine-wedding

Qual è l’origine dell’usanza di stappare lo champagne sul podio? La nascita della consuetudine di stappare lo champagne sul podio ha una storia affascinante. Risale al 1950 la tradizione di rendere omaggio al vincitore della F1 con una bottiglia di champagne, quando il leggendario pilota argentino Juan Manuel Fangio si vide offrire come premio per la sua vittoria a Reims del GP di Francia, una cuvée di champagne. Fu però un caso fortuito a definire la cerimonia del podio così come oggi la conosciamo. Nel 1966 al pilota Jo Siffert, vincitore della 24 Ore di Le Mans, scoppiò il tappo della sua bottiglia di champagne, probabilmente perché surriscaldata. Tale imprevisto ebbe come risultato di annaffiare di bollicine il pubblico.

14Febbraio

Oggi sposi tra vigneti e barrique

wine-wedding

Dopo i palazzi d’epoca, i resort o le grandi ville di campagna, ora per sposarsi in modo alternativo e in mezzo alla natura, si guarda al “wine wedding”. Cantine dove il buffet si allestisce sotto una grande quercia con vista sui vigneti, un pergolato o in una barricaia.
In stile country o elegante, in un’azienda nota o in una più piccola, le richieste per celebrare il giorno del sì in cantina, diventate un cult negli Stati Uniti, non si sono fatte attendere anche in Italia, attirando, neanche a dirlo, tutto l’interesse dei mercati d’oltralpe e oltreoceano. Dalle terre del Barolo alla Franciacorta, dalla Toscana alla Sicilia passando per la Puglia, arrivano i soggiorni indimenticabili nei wine resorts.

21Gennaio

Abbinamento vino-cibo

abbinamento-vino-cibo

Lo scopo dell'abbinamento è quello di raggiungere una perfetta armonia tra tutte le sensazioni percepite durante la degustazione. Scegliere il vino più adatto a ogni piatto è un'arte che deve basarsi esclusivamente sull'analisi organolettica.
Per eseguire un perfetto abbinamento è necessario:

- eseguire una corretta analisi sensoriale
- individuare e quantificare le sensazioni percepite
- verificare l'armonia di tutte le sensazioni del cibo e del "Nettare di Bacco".